Skip to content

Un trasferimento a lieto fine – come costruire al meglio le tue esperienze lavorative all’estero

Lavorare all’estero può avere conseguenze disastrose se mal gestito.
Tuttavia, il lavoro internazionale dovrebbe avvantaggiare sia gli individui che le aziende.
Come puoi assicurarti un lieto fine?

Il lavoro internazionale può essere considerato un investimento sia nelle carriere individuali che nello sviluppo aziendale.

È dimostrato che durante il loro soggiorno all’estero sia i dipendenti delocalizzati che coloro che espatriano per loro scelta sviluppino conoscenze e abilità specifiche legate al proprio lavoro, nonché consapevolezza e comprensione “internazionale” generale.

Tali esperienze portano spesso a fare nuove conoscenze che si sviluppano in reti personali e professionali locali, ma anche di caratura internazionale.

Infine, la vita e il lavoro all’estero aprono la mente, portano nuove prospettive e modellano ulteriormente la motivazione professionale e l’identità personale.
Di ciò ne beneficiano anche i datori di lavoro.
A livello organizzativo, il lavoro internazionale è generalmente visto come un modo per sviluppare capacità di leadership più solide, collegare e trasferire conoscenze tra la sede centrale e le filiali, nonché per colmare le carenze di conoscenze nei paesi ospitanti e di origine.

Ciononostante, se mal gestito, un trasferimento internazionale può invece essere nocivo e dannoso sia per il privato che si trasferisce in cerca di nuove opportunità che per l’azienda che lo delocalizza.

Vediamo perché.

Quando fallisce l’adattamento

Uno degli ostacoli principali è l’adattamento, ciò che accade fuori dal lavoro.
Questo punto è cruciale nella buona riuscita di un trasferimento, eppure, viene troppo spesso ignorato e lasciato al caso sia dalle aziende che dai privati che si trasferiscono.

Creare da soli una routine di Lifestyle in un paese straniero è possibile, naturale, ma dopo quanto tempo?

Si dice che ci voglia circa un anno per adattarsi al paese ospitante; legami culturali, emotivi e sociali forti con il paese d’origine mettono in difficoltà le persone ad abbracciare pienamente lo stile di vita, la cultura e le persone del nuovo paese in cui si trovano.
Questo shock culturale fa sì che gli expat abbiano molte difficoltà ad allontanarsi dalla cultura lavorativa del loro paese d’origine e incontrino difficoltà nell’ambientarsi a lavoro, oltre che nel privato, con un notevole calo delle performance.

Per fortuna, c’è rimedio.

Come assicurarsi un trasferimento di successo

Perché l’esperienza lavorativa internazionale contribuisca al successo professionale, è fondamentale che gli expat riescano ad adattarsi completamente al nuovo paese, sfruttando appieno questa esperienza.

A tal proposito la possibilità di richiedere il supporto di una Expat Assistance che introduca la persona e la sua eventuale famiglia nel territorio nuovo rappresenta la chiave di volta per ambientarsi più velocemente, senza andare incontro a stress e malumori.

La Relocation da anni aiuta gli expat ad ambientarsi velocemente in Svizzera, curando tutti gli aspetti del loro trasferimento da burocrazia e permessi, fino al lifestyle e alle attività da svolgere nel tempo libero.

Se sei in procinto di trasferirti e vuoi assicurarti il successo di questa operazione, visita subito www.larelocation.ch e scopri tutti i servizi che possiamo dedicarti!

Condividi questo articolo sui social